Trilogy "Be Agile" Business

COACHING

Supportiamo manager e responsabili human-resource, affinché prendano coscienza dei loro mezzi, siano in grado di sviluppare strategie efficaci e di trovare soluzioni ai problemi operativi o comportamentali.

Il coach è colui che aiuta e supporta l’azienda, e il team di lavoro, ad adottare e migliorare metodi e processi aziendali, permettendo all’impresa di ripensare il proprio modo di svilupparsi e di aprirsi al cambiamento.

Agile Coaching

Quando lavoriamo come Agili Coach, cerchiamo di far sì che si diffonda, dentro la realtà con cui abbiamo a che fare, la cultura Agile. Apprendere metodi e strumenti tipici della filosofia Agile, non è sufficiente, ma è’ necessario infatti che si realizzi un cambiamento di mentalità in cui un nuovo modo di pensare e concepire il lavoro soppianta quello vecchio, permettendo una reale transizione. Diversamente, vediamo clienti che indossano il mantello dell’Agilità, ma sotto rimangono ancora con i vecchi vestiti.

REVISIONE DEI PROCESSI

La riprogettazione dei processi aziendali detto anche Business Process Reengineering (BPR) è un intervento organizzativo che implica una profonda revisione dei procedimenti operativi che non risultano più adeguati alle necessità aziendali.

Tale intervento prende il via da un’analisi della situazione presente attraverso la mappatura dei processi, l’individuazione delle criticità e dei punti di miglioramento, proseguendo con una fase di studio delle soluzioni e la conseguente riprogettazione del processo in maniera organica.

La riprogettazione dei processi coinvolge solo quelle attività che hanno un ruolo fondamentale nel rendere l’azienda maggiormente competitiva.

Si tratta di definire in modo preciso la situazione AS-IS dei processi da riprogettare e il FUTURE-STATE da raggiungere alla fine dell’intervento di reengineering per poi passare alle fasi di attuazione e di misurazione dei risultati raggiunti.

In un intervento di reengineering dei processi, poniamo l’accento e lavoriamo su alcuni aspetti importanti che possono agevolare la buona riuscita dell’intervento: le persone, il management, la cultura aziendale, la capacità di reazione di un’azienda al cambiamento.

PENSIERO AGILE

Il pensiero agile, sebbene ad oggi sia diffuso a livello globale, nasce prendendo spunto da un approccio alternativo applicato inizialmente in piccole software house.

Quando si parla di “metodologie agili”, non solo si fa riferimento all'abbattimento dei costi di sviluppo del software, o al semplice adempimento ad un contratto, ma anche, e soprattutto, alla completa soddisfazione del cliente. Per il raggiungimento di tale obiettivo, la filosofia agile propone come miglior risorsa la collaborazione di un gruppo di persone impegnate a giungere ai risultati prefissati, con il minor spreco possibile di tempo e di risorse.

Tutto ciò non sarebbe possibile senza fiducia nei propri compagni e nelle loro capacità, poiché per garantire la buona riuscita di un processo di sviluppo è necessario concentrarsi sul lavoro di squadra, piuttosto che fare affidamento unicamente sulla struttura del processo stesso. Il pensiero agile ha trovato ormai da decenni applicazione nel campo dell'Information Technology, riuscendo a racchiudere in un corpus ordinato una serie i principi e pratiche relativi a diversi ambiti, tra cui il management e, l'ingegneria del software stessa; diventando una vera e propria guida per i team di sviluppo.

FACILITAZIONE

La facilitazione è una pratica che raggruppa un insieme di tecniche derivanti dal mondo delle scienze umane, e che ha come obiettivo principale la gestione e la crescita di gruppi con la conseguente valorizzazione dell'individuo al loro interno.

I fattori che ostacolano il sano sviluppo di un'organizzazione, che la facilitazione mira a superare, sono molteplici, si va dal conflitto tra membri del gruppo, a contrasti tra capo e subordinato, fino al disaccordo generato da differenti opinioni riguardanti l'approccio da applicare.

In conclusione si può dire che la facilitazione tiene conto fondamentalmente di due aspetti molto importanti: da una parte la mediazione tra le parti di un gruppo, dall'altra insiste sul rispetto del singolo;per poi seguire passo a passo le fasi di crescita del gruppo stesso.